InterNapoli.it
giovedì 24 agosto 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CAMORRA
Summit di camorra sul campo di calcetto: così il clan decise di contrastare i Mallardo ed i Puca
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
CASAL DI PRINCIPE. Sono terminate le indagini nei riguardi della gestione degli ultimi affari illeciti legati al clan dei Casalesi.
Michele Bidognetti, fratello del capoclan "Cicciotto 'e Mezzanotte" sarebbe infatti l'autore del summit scoperto in un campo di calcetto a Casal di Principe. Protagonista dell'episodio - come riporta Edizione Caserta - è anche Massimo Perrone, che, secondo la ricostruzione, sarebbe stato mandato a riallacciare i rapporti con i commercianti di Parete e del litorale domizio per le estorsioni, guadagnandosi così la posizione di 'chioccia' nei confronti della famiglia Bidognetti.

Da quanto scaturito dalle indagini, parte dei proventi delle estorsioni di cui sopra sarebbero dovute servire come sostegno per la famiglia di Michele Perrone, il sopraccitato Cicciotto 'e Mezzanotte, catturato nel maggio del 2016 con l'accusa di essere reggente del clan a seguito degli arresti dei figli.
'La nuova gerarchia', che mirava a contrastare i Mallardo ed i Puca, così gli investigatori hanno definito i nuovi protagonisti del clan, che, tuttavia, non sembra agire in maniera differente rispetto ai predecessori, allo stesso modo desiderosi di conquistare posizioni di egemonia nonché di possedere la completa gestione degli affari illeciti.


Sara Barone

questo articolo è stato letto 2.552 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware