InterNapoli.it
martedì 17 ottobre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CRONACA
Uccisero un giovane con mazze da baseball e spranghe, arrestati il figlio del boss Terracciano e due suoi nipoti
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. La Squadra Mobile di Napoli ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli, nei confronti di tre persone appartenenti al clan camorristico Terracciano, due delle quali detenute per altra causa. Si tratta dello storico gruppo operante nella zona delle Chianche ai Quartieri spagnoli. I tre arrestati sono Eduardo Terracciano, figlio del più noto Salvatore Terracciano 'o nirone, Francesco Terracciano, suo cugino e Salvatore Equabile, altro nipote di Salvatore Terracciano. Le indagini, coordinate da questa Direzione Distrettuale Antimafia, hanno riguardato un omicidio pluriaggravato commesso in Napoli il 13 agosto 2005, con condotta perpetrata nel centro storico di Napoli. In particolare, i tre indagati, la notte del 13 Agosto 2005 si recavano presso la paninoteca “Lander Suisse”, sita in Via Toledo dove la vittima, Raffaele Iannaccone, prestava attività lavorativa e dopo averlo costretto ad uscire dall’esercizio commerciale, lo pestavano selvaggiamente colpendolo ripetutamente anche al volto con mazze da baseball e sgabelli d’acciaio e mandandolo così in coma irreversibile, stato nel quale sarebbe rimasto circa sei mesi prima di morire.

Stefano Di Bitonto

questo articolo è stato letto 1.279 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware