InterNapoli.it
lunedì 24 luglio 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
L'ARRESTO
Inseguimento dopo il raid in gioielleria, presi due di Giugliano
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
GIUGLIANO. Due bosniaci, uno di 51 anni e l'altro di 31 anni, domiciliati a Giugliano, sono stati tratti in arresto per rapina. L'arresto avvenuto nel pomeriggio di ieri, dove i due dopo aver eseguito il furto in una gioielleria di Firenze si sarebbero dati alla fuga. Ma i due fuggiaschi non sapevano che il negozio, munito di un sistema di videosorveglianza collegato con la questura, al momento del fatto avrebbe fatto scattare automaticamente l'allarme e che l'intervento della polizia sarebbe stato repentino. I due spaventati dall'arrivo degli agenti sono fuggiti e per far perdere le proprie tracce si sono immessi sull' A1, ma individuati da una pattuglia di Battifolle che, insieme a un altro equipaggio, ha provato a bloccare i fuggitivi, ma i ladri, con manovre a zig-zag e andando ad elevatissima velocit, non si sono fermati. L'inseguimento durato per oltre venti minuti, durante il quale sono stati sparati dai Poliziotti, verso gli pneumatici dell'auto in corsa, tre colpi di pistola a scopo intimidatorio. La corsa della Bmw, sulla quale viaggiavano i due, finita contro il guard-rail di una piazzola di sosta, vicino Monte San Savino (Arezzo). I due stranieri, per nulla intenzionati ad arrendersi, scesi dall'auto hanno scavalcato la rete che delimita l'autostrada, per dileguarsi nei campi ma gli agenti li hanno inseguiti e bloccati.

Giovanna Iazzetta

questo articolo stato letto 2.000 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware