InterNapoli.it
sabato 19 agosto 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
INTERVISTA ALLA RAGAZZA DEL NORD PAZZA DI PARTENOPE
Valeria: «Napoli amore mio, 3 aggettivi per descriverla. Siate orgogliosi della vostra città, lascio qui il mio cuore»
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. Tra meno di 24 ore dovrà lasciare Napoli, città dove ha vissuto negli ultimi anni e da cui non vorrebbe mai allontanarsi. Se ne andrà con un pizzico di rammarico, ma con tanta voglia di ritornarci per incontrare gli amici partenopei e vedere le altre bellezze di Napoli. Valeria Genova in un post scritto di gettito sui social ha raccontato le sue emozioni, ottenendo oltre 10mila condivisioni, e migliaia di ringraziamenti in rete. Trevigiana doc, 32 anni, laureata in filosofia, Valeria Genova era arrivata ai piedi del Vesuvio nel 2015 dopo aver vissuto un anno a Londra, dove si era trasferita seguendo il marito – pilota dell’aeronautica – sposato nel 2011. InterNapoli.it l'ha intervistata.

Ciao Valeria, facciamo l'intervista in napoletano?

Mmmm, meglio di no. Devo ancora imparare meglio questa lingua ma sono a buon punto.

Ti aspettavi tutto questo clamore per il tuo post su Napoli? Come hanno reagito gli amici del Nord al tuo post? Qualcuno ha avuto da ridire?

Assolutamente no. Pensavo che lo avrebbero condiviso i miei amici napoletani e qualcuno del Nord, ma non che avesse questa eco. Ne sono felice, in questo modo ho dato un'immagine splendida della città che amo. Mi hanno chiamato e messaggiato tantissime persone, solo commenti positivi. Chi pensa altro di Napoli ha preferito il silenzio, meglio così.

Oggi anche Reina ha condiviso il tuo post? Sembra quasi che chi è straniero impari ad amare Napoli più degli stessi napoletani.

Sì, me l'hanno detto e mi sono emozionata molto. Forse è vero, noi 'stranieri' forse non siamo presi dalla frenesia e riusciamo a goderci il meglio che questa città può offrire.

Qual è la tua squadra del cuore? Sei mai stata al San Paolo ad assistere ad una partita del Napoli?

Sulla squadra è meglio tacere altrimenti i napoletani si arrabbierebbero (ride, ndr). Diciamo che è la mia seconda squadra del cuore. Mi hanno invitato tante volte allo stadio, ma non ho potuto mai andarci fino ad ora. Spero di respirare il prima possibile l'atmosfera del San Paolo, il calcio qui è vissuto come una religione.

Nel tuo soggiorno a Napoli hai abitato a Posillipo e ti sei goduta l'immagine del golfo, ma hai mai visitato quartieri della periferia come Scampia e Secondigliano? Cosa ne pensi?

A Scampia non sono mai stata, a Secondigliano sì. Napoli mi piace anche per questo, perchè è una città piena di contraddizioni, tante città in una, con una storia intrigante.

Da buon napoletana adottiva non posso non chiederti qual è la pizza più buona che hai mangiato..

Dicendoti il nome di una pizzeria farei torto alle altre. A Napoli tutti fanno una buona pizza. Diciamo che mi ha colpito molto la storia della Pizzeria Sorbillo, un'intera famiglia che si è dedicata a quest'attività tramandata di generazione in generazione. Sono riuscita a mangiare una sola volta la pizza nella sede ai Tribunali dove ho trovato sempre folla ed era buonissima.

Qual è un luogo di Napoli che ti è rimasto nel cuore e che consigli di visitare?

Amo il parco sommerso della Gaiola, è un posto non molto conosciuto ma portato avanti in maniera egregia da un gruppo di volontari. Mi è piaciuto molto anche il parco archeologico di Cuma, un'altra bellezza poco apprezzata rispetto alle mete più turistiche come Ercolano e Pompei.

Le immagini del Vesuvio in fiamme hanno fatto il giro del mondo. Da 'turista' cosa hai provato? Perchè i napoletani dicono di difendere la città e poi commettono questi scempi?

E' stato davvero un colpo al cuore vedere il Vesuvio andare in fiamme. Ho provato una rabbia tremenda. Molti napoletani non sanno apprezzare la città come dovrebbero e di conseguenza non la curano. Certo, ci sono tante difficoltà e nessuno le nega, ma c'è da essere orgogliosi per le splendide emozioni, paesaggi e lezioni che questa città sa darti.

Tra poche ore andrai a vivere a Roma, tornerai a Napoli?

Per fortuna mi trovo a poca distanza quindi appena potrò tornare a Napoli lo farò volentieri per visitare i tanti monumenti e luoghi che non ho potuto vedere. Questa è una città che ha tantissimo da offrire.

Se dico Napoli quali sono i tre aggettivi che ti vengono in mente?

Misteriosa, contraddittoria e magica


Antonio Mangione

questo articolo è stato letto 3.202 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware