InterNapoli.it
martedì 21 novembre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
LA RICOSTRUZIONE
«Abbiamo perso 80 Kg di droga...». Nello di Biase intercettato parla del divieto di spaccio a Giugliano
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
GIUGLIANO. Lo spaccio di droga al centro dello scontro tra il gruppo delle Palazzine ed i Mallardo. Dall'inchiesta che ha portato all'azzeramento della fazione guidata dai Di Biase e Catuogno sono emersi i contrasti derivanti dal divieto imposto dal gruppo storico di vendere droga sul territorio giuglianese. A causa di questa imposizione - come riportato nell'ordinanza di custodia cautelare - il gruppo delle Palazzine perse un carico di droga da 80 Kg, A confermare il fatto sono le intercettazioni tra Aniello Di Biase, Gennaro Catuogno ed altri esponenti. Il figlio di Michele di Biase conferma di "aver perso 70-80 Kg di sostanza stupefacente. Si parla di una riunione dove veniva decretata la chiusura delle attività di spaccio per il giorno 30/04/14.
"Noi veramente togliemmo la roba di mezzo, ti ricordi", dice Aniello di Biase in riferimento ad una partita di droga acquistata dai 'villaricchesi'.
Di Biase poi legge gli stralci di un'ordinanza nella quale sono riportate informazioni anche sul suo conto ed

in particolare quando fu il padre a chiedergli di lasciare per un po' di tempo la città di Giugliano visto le avvisaglie sulla sua incolumuità. "Papà disse mettiti una settimana, dieci giorni...vattene sulla neve..a livello che ti do pure i soldi...ma non volli andare da nessuna parte", commentò Di Biase Jr parlando con un altro affiliato. .


Antonio Mangione

questo articolo è stato letto 6.030 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware