InterNapoli.it
lunedì 18 dicembre 2017
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
IL BEL GESTO
Matteo ucciso da un brutto male a 20 anni. La famiglia: «Niente fiori, ma opere di bene»
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
INTERNAPOLI. Morire a 20 anni, una grande ingiustizia. Il triste destino del giovane Matteo Brontesi: appena 20enne, si è dovuto purtroppo arrendere a un male incurabile, contro cui ha lottato fino alla fine. Non c’è stato niente da

fare: Matteo è morto martedì all’ospedale di Montichiari, dove era ricoverato, avvolto dall’abbraccio della sua famiglia che non l’ha mai lasciato solo un attimo.
Sono attesi in tantissimi al suo funerale, che verrà celebrato venerdì 8 dicembre. Il corteo funebre partirà dalla sua abitazione di Montichiari, in Via Felice Cavallotti, alle 15.15, per poi raggiungere la chiesa del Duomo - riporta Brescia Today - Lo piangono i genitori, mamma Ornella e papà Mauro, e la sorella maggiore Laura, le nonne Piera e Ida. Anche gli amici e i compagni di scuola si uniscono al lutto: Matteo aveva frequentato l’Itis Cerebotani di Lonato.
La famiglia non chiede fiori ma opere di bene, come eventuali donazioni all’associazione L’Alveare onlus. I familiari ringraziano in particolar modo “il dottor Alberto Tagliapietra, il dottor Sergio Piotti, i medici e il personale del reparto Medicina dell’ospedale di Montichiari per le premurose cure e assistenza prestate”.


REDAZIONE

questo articolo è stato letto 974 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware