InterNapoli.it
martedì 23 gennaio 2018
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CAMORRA
Innocente ammazzato nella faida di Scampia, il commando dei killer alla sbarra
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. Chiedono di essere processati con il rito Abbreviato i presunti killer di Antonio Landieri, vittima innocente di camorra ammazzata il 6 novembre 2004 da un commando che entrò in azione e fece fuoco all’interno di un circolo ricreativo all’interno.
Come riporta Il Roma Cesare Pagano, considerato il mandante e a capo del gruppo degli scissionisti, Giovanni Esposito, Ciro Caiazza e Davide Francescone, considerati gli esecutori materiali, assieme a Gennaro Notturno che si è pentito l’estate scorsa, hanno presentato la richiesta dopo che il pubblico ministero della Dda ha chiesto per loro il processo, nonostante il Tribunale del Riesame di Napoli, due settimane dopo il loro arresto, avvenuto il 23 gennaio dello scorso anno, avesse deciso di annullare tutte le misure emesse dal gip.

Secondo l’accusa, del commando avrebbero fatto parte anche Paolo Guarracino, Giovanni Moccia e Giuseppe Carputo, assassinati poi nel corso della seconda faida di Scampia. Mentre sono indagati a piede libero (ma comunque in carcere per altri reati) Arcangelo Abete, Gennaro Marino ed Enzo Notturno.


REDAZIONE

questo articolo è stato letto 2.256 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware