InterNapoli.it
martedì 23 gennaio 2018
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CRONACA
'Gomorra - La Serie', udienza nel processo sull'estorsione per le riprese nella casa del clan Savastano
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. E' il momento dei testimoni della difesa nel processo a carico di Gomorra La Serie, in corso al Tribunale di Torre Annunziata. Alla sbarra ci sono Gianluca Arcopinto, ex produttore che lasciò durante le riprese, e il 'location manager" Gennaro Aquino, entrambi accusati di favoreggiamento, in quanto avrebbero negato di aver subito minacce per il pagamento di un'estorsione.
Al centro dell'inchiesta la villa, casa dei Savastano, per l'utilizzo della quale sarebbero stati pagati soldi a titolo di estorsione al clan per girare le riprese, mentre quello era oramai un bene confiscato alla criminalità.
Nell'ultima udienza, come riporta Cronache di Napoli, è stato ascoltato un testimone della difesa. Cattleya',che produce gomorra, dichiarò che "ufficialmente dalle casse della 'Cattleya ' non sono uscite somme di denaro se non quelle rendicontate, ma non posso escludere che possano essere stati creati fondi neri,

attraverso fatture gonfiate, con i quali siano stati pagati i camorristi ". Dichiarazioni che furono immediatamente contestate da Sky Italia, che acquista gli episodi di "Gomorra-La Serie" da 'Cattleya'. Una presa di posizione forte da parte di Sky che mette spalle al muro 'Cattleya' e 'Gomorra-La Serie'.


REDAZIONE

questo articolo è stato letto 1.580 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware