InterNapoli.it
martedì 23 gennaio 2018
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
IL SERVIZIO A STRISCIA LA NOTIZIA
Vittorio Brumotti, dopo l'aggressione nel Parco Verde e la foto nelle Vele, il web si divide: «Non fare l'eroe»
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
NAPOLI. L'inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti il giorno seguente la messa in onda del servizio dell'aggressione nel Parco Verde di Caivano, ha postato una sua foto nelle vele di Scampia. "La mia nuova vita da single è questa,dedizione per il lavoro come fanno tutti i corpi speciali dei carabinieri polizia finanza,sacrificando la famiglia per studiare osservare e colpire la malavita. Sostengo orari disumani per intercettare ascoltare e seguire il cancro della società ma poi con i tempi dovuti colpiscono e mettono in ginocchio! Rispetto per il gruppo Ros carabinieri falchi polizia gico della finanza!" scrive Brumotti.

Sotto al post centinaia di like e commenti che hanno diviso l'Italia, da Nord a Sud. Molti hanno definito la scelta del ciclista inviato azzardata, altri invece coraggiosa. Intanto dai residenti del parco Verde non è stato accolto bene, tante le offese che si sentono nell'audio durante il servizio e tante anche quelle fatte su Facebook. "Non sei batman, non fare l'eroe" si legge tra i commenti. "Non ci sono riusciti grandi magistrati, non ci riuscirai nemmeno tu" scrive un altro. Ma tra i commenti di sfiducia ci sono tantissimi di incoraggiamento: "Almeno stai smuovendo le coscienze, continua così" e come questi ce ne sono migliaia. Ma in uno dei suoi post il ciclista inviato scrive: "L’omertà uccide ! Apriamo il vaso di Pandora su un luogo di spaccio gestito dalla #camorra!" ed ecco che si riaccende ancora un barlume di speranza in chi crede che qualcosa possa ancora cambiare


Guido Pianese

questo articolo è stato letto 10.879 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware