InterNapoli.it
martedì 23 gennaio 2018
AVVISO
Dal 1 ottobre 2015 questa versione si trasferisce al seguente indirizzo: wap.internapoli.it
Passa alla nuova versione del sito
CRONACA
Tragedia in Campania. Senza lavoro si spara un colpo alla tempia: il corpo scoperto dalla figlia 16enne
 
Ascolta  NUOVA FUNZIONALITA' HTML5
Condividi con Facebook
Commenta la notizia
(0)
INTERNAPOLI. Gerardo M. questo il nome dell'uomo ritrovato morto nella sua abitazione, nel tardo pomeriggio di ieri a Salerno. E' stata la figlia di 16 anni che non avendo notizie del padre dal mattino ha deciso di chiamare i soccorsi, i pompieri giunti sul posto hanno sfondato la porta di casa e hanno fatto la macabra scoperta. L'uomo era riverso in un pozza di sangue sparandosi un colpo alla tempia esploso da una pistola semiautomatica legalmente detenuta. Infatti il 49enne era titolare di un porto d'armi per uso sportivo. La 16enne ascoltata dai poliziotti ha dichiarato di non vedere il padre da alcune ore: Ritornata da scuola non trovandolo in casa si recata a casa della nonna dove ha pranzato, ma il pomeriggio rincasata la prima cosa

che ha fatto stata quella di cercarlo. Si recata al piano superiore dove il pap abitava, dopo la separazione con la mamma, non ricevendo risposta ha pensato di chiamare i soccorsi. Sul posto giunto il medico legale Lamberto Pianese, nominato dal sostituto procuratore Giovanni Paternoster, che ha effettuato un primo esame esterno del cadavere e che dovr stabilire sia l'ora del decesso ed altri particolari relativi al suicidio. Alla base dell'insano gesto , probabilmente, problemi sentimentali legati alla separazione con la moglie ma anche qualche preoccupazione legata al lavoro in quanto in questo momento l'uomo non era occupato.


Giovanna Iazzetta

questo articolo stato letto 1.023 volte
Visualizza l'articolo nella versione standard
Lista degli ultimi 50 articoli
Vai alla Prima pagina
powered by CreaSoftware